Extra cashback di Natale: i rimborsi entro febbraio

10 Dicembre 2020, di Alessandra Caparello

I rimborsi dell’extra cash back di Natale, in partenza da ieri 8 dicembre e in vigore fino alla fine del mese, arriveranno entro fine febbraio. Con il cashback, a partire dal 1 gennaio 2021, si ottiene il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti effettuati con carte o app di pagamento in negozi, bar, ristoranti, supermercati, grande distribuzione, artigiani e professionisti. Non c’è un importo minimo di spesa ed è possibile ottenere rimborsi fino a 300 euro l’anno.

La finalità è quella di combattere l’evasione fiscale incentivando l’uso di strumenti di pagamento tracciabili. Ogni sei mesi inoltre, in base al piano Italiacashless, se si effettuano un minimo di 50 pagamenti si riceverà il 10% dell’importo speso, fino ad un massimo di 150 euro di rimborso complessivo. Il rimborso massimo per singola transazione è di 15 Euro.

Extra cashback di Natale: quando i rimborsi?

A partire dall’8 dicembre e fino al 31 dicembre, con Extra Cashback di Natale, sono sufficienti 10 acquisti con carte di credito, carte di debito, bancomat e Satispay per ottenere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 150 euro, da accreditare nei primi mesi del 202 si pensa entro fine febbraio.

Possono partecipare al piano rimborso di Natale tutti gli acquisti in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti ad eccezione di:

  • gli acquisti effettuati online (es. e-commerce);
  • gli acquisti necessari allo svolgimento di attività imprenditoriali, professionali o artigianali;
  • le operazioni eseguite presso gli sportelli ATM (es. ricariche telefoniche);
  • i bonifici SDD per gli addebiti diretti su conto corrente;
  • le operazioni relative a pagamenti ricorrenti, con addebito su carta o su conto corrent

I rimborsi verranno accreditati direttamente con un bonifico sull’IBAN indicato in fase di registrazione o in un momento successivo e per ricevere l’Extra Cashback di Natale è necessario comunicare l’IBAN entro la fine di dicembre 2020.