Exit e scenari (non per ottimisti): vittoria di Pirro, depressione, rivolte

27 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – La tragedia greca del 21esimo secolo non portera’ a nulla di buono, ma nessuno sa bene cosa e come l’Europa ne uscira’. Se mai lo fara’. Motivo per il quale il nervosismo regna sui mercati con insistenza. A mettere un po’ di chiarezza ci ha provato la Bbc.

In un diagramma molto schematico l’emittente britannica ha analizzato in maniera pragmatica le cinque possibili vie d’uscita dalla crisi.

Un’avvertenza: chi spera in un lieto fine hollywoodiano rimarra’ deluso. I soli cinque possibili esiti per la Grecia e per l’area della moneta unica sono 1) vittoria di Pirro; 2) depressione; 3) azzardo morale; 4) disordine politico; 5) catastrofe globale.

Con queste premesse, in un contesto di questo tipo all’orizzonte, si ha l’ennesima dimostrazione di come il mercato azionario sia sempre piu’ distaccato dalla realta’.

Oggi e’ in calendario un appuntamento cruciale ad Atene, dove il parlamento si esprimera’ per decidere se approvare o meno un’impopolare legge per introdurre una nuova tassa sugli immobili.

Nel weekend il ministro delle Finanze Evangelos Venizelos ha negoziato con i creditori internazionali il ritorno ad Atene degli ispettori della troika. Tuttavia Ue e Fmi intendono rimandare in Grecia i loro ispettori in settimana ma hanno preteso un accordo scritto che Atene implementera’ con tutte le misure annunciate .