Ex n.1 Banca svizzera: 530.000 euro per 9 giorni di lavoro

4 Aprile 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’ex presidente della direzione della Banca nazionale svizzera (BNS) Philipp Hildebrand, costretto a dimettersi all’inizio dello scorso anno, ha guadagnato 646.000 franchi svizzeri, pari a 530.000 euro, pur avendo lavorato solo per nove giorni, dal primo al 9 gennaio 2012.

La remunerazione comprende anche “l’indennità percepita secondo il regolamento per le restrizioni poste al termine del rapporto di lavoro”.

Lo si apprende dal rapporto annuale della BNS pubblicato oggi e riportata dall’agenzia elvetica Ats. Per tutto il 2011 Hildebrand aveva intascato 878.100 franchi.

Il governatore si era dimesso a causa di uno scandalo che aveva coinvolto la moglie: Kashya Hildebrand, aveva acquistato un pacchetto di dollari per un valore di 400.000 franchi, tramite un conto intestato a nome dello stesso Philipp Hildebrand, pochi giorni prima che l’istituto di emissione intervenisse con drastiche misure sui mercati valutari.

Il tasso di cambio veniva stabilizzato a 1,20 franchi per 1 euro. La moneta unica europea e, nei giorni seguenti, anche il dollaro riguadagnavano così oltre il 10% del loro valore nei confronti del franco. Secondo la stampa, il 12 ottobre, Kashya Hildebrand rivendeva buona parte del pacchetto di dollari con un utile di almeno 60.000 franchi. (TMNEWS)