Ex ministro finanze greco: “Ho trasferito €450.000 all’estero temendo crack Grecia”

10 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Lo ammette, costretto dalle circostanze. L’ex ministro greco delle finanze Gikas Hardouvelis trasferì nell’estate del 2012 €450.000 fuori dal paese e in conto presso la banca HSBC nel corso di 56 transazioni. La scoperta e l’ammissione sono arrivate solo ora, dopo che una recente indagine sui conti bancari dell’ex ministro ha rivelato alcune “discrepanze”.

Hardouvelis ha ammesso: “Si, ho trasferito alcuni soldi all’estero perchè, così come ogni greco, temevo che il mio paese sarebbe collassato”. E ancora: “I greci fanno sempre molta attenzione ai propri soldi”.

Parlando in diretta dal canale Star, Hardouvelis ha precisato: “Nel giugno del 2012, ho iniziato ad avere paura, così come tutta la Grecia. E dunque, così come hanno fatto molti greci, ho trasferito alcuni soldi all’estero in modo tale da poter continuare a sostenere i miei figli”.

L’ex ministro ha contestato ogni accusa di operazione illecita, affermando che tutti i soldi sono stati tassati e dichiarati da lui e sua moglie. Ma il governo greco la pensa diversamente: “Il signor Hardouvelis afferma di aver trasferito i soldi in Gran Bretagna. Ciò è vero, ma per essere precisi i soldi sono stati trasferiti a una divisione della banca che si trova sull’Isola di Jersey che, oltre a far parte della Gran Bretagna, è anche il settimo paradiso fiscale più importante del mondo, e una destinazione favorita per i soldi dai greci che vogliono evadere il fisco”.

FONTE: Ex -FinMin Hardouvelis transferred money abroad out of ‘fear of default’