EUTANASIA, FAVOREVOLE 50% ANESTESISTI RIANIMATORI

21 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Napoli, 21 set – Un anestesista rianimatore su due praticherebbe l’eutanasia se la legge lo consentisse. Quasi all’unanimità, nove su dieci sono per il sì al testamento biologico, mentre sette su dieci respingono le raccomandazioni del Vaticano di non interrompere mai l’alimentazione, l’idratazione e la ventilazione artificiale ad un malato critico terminale. Infine, quattro anestesisti rianimatori su dieci dicono che nella loro attività professionale hanno ricevuto da congiunti stretti di malati in condizioni estreme la richiesta di “staccare la spina”. Questo è il risultato di un sondaggio che ha coinvolto un campione di trecentocinquanta anestesisti rianimatori al Congresso della Siared-Aaroi in corso a Napoli alla Stazione Marittima. Si tratta di circa un terzo degli specialisti presenti.