Europa: Treni, Pendolino tra Finlandia e Russia

6 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Sarà un Pendolino made in Italy a collegare Helsinki a San Pietroburgo, la Russia con la Finlandia: il gruppo Alstom si è infatti aggiudicato un contratto per la fornitura di quattro treni per il collegamento ferroviario tra Finlandia e Russia, che saranno costruiti in Italia nella fabbrica di Savigliano (Cuneo). Al sito di Sesto San Giovanni (Milano) sarà invece affidata la parte di progettazione dei sistemi di trazione. Il contratto, del valore di 120 milioni di euro, è il primo acquisito da Alstom, sottolinea il gruppo francese in una nota, in Russia nel settore ferroviario di linea e comprende una opzione per due treni supplementari. Il cliente, Karelian Trains, è una joint-venture tra le Ferrovie russe (Rzd) e quelle finlandesi (Vr), che cogestiranno i treni. Il treno ad assetto variabile nato in Italia negli anni ’70, noto per la sua capacità di mantenere velocità elevate anche in percorsi misti, circolerà su una linea ad alta velocità lunga 450 chilometri, che collegherà la città di Helsinki a quella di San Pietroburgo in tre ore (attualmente il viaggio dura cinque ore e mezzo) con velocità che potranno raggiungere i 220 chilometri all’ora. I treni saranno formati da sette carrozze, per un totale di 352 posti a sedere e saranno dotati di una business class attrezzata anche per riunioni di lavoro durante il viaggio. I controlli doganali e dei passaporti saranno effettuati a bordo in una carrozza dedicata. “Questa commessa – afferma Pier Eugenio Prina Mello, amministratore delegato di Alstom Ferroviaria – vede l’ennesimo riconoscimento a livello internazionale di una tecnologia italiana, divenuta in trent’anni simbolo di versatilità e comodità nel trasporto ferroviario”. I treni, la cui consegna è prevista per i primi mesi del 2009 per essere messi in servizio nel 2010, presenteranno caratteristiche dei 18 treni Pendolino già operativi in Finlandia e del nuovo Pendolino in produzione per Trenitalia e Cisalpino. Per poter viaggiare sia sulla rete finlandese sia su quella russa, i nuovi treni saranno forniti di un sistema di alimentazione a doppia tensione e di impianti di sicurezza e segnalamento validi per entrambe le linee.