Europa in rally grazie a buone nuove oltreoceano

13 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le borse europee chiudono in corsa una sessione partita col piede giusto in scia a quanto emerso dagli attesi verbali del Fomc e ai buoni conti di Intel. Gli investitori USA sanno ora di poter contare sulla Federal Reserve, dopo aver appreso dai verbali dell’ultima riunione del Fomc che vi è la possibilità di un ulteriore aiuto per agevolare la ripresa economica. L’idea del FOMC è che l’economia statunitense abbia bisogno di nuove immissioni di liquidità e nuove misure di allentamento monetario, tra cui l’acquisto di Treasury. La motivazione è che la ripresa economica abbia subito un rallentamento, basti pensare alla disoccupazione che ancora rimane a livelli elevati. A migliorare il sentiment ci hanno pendsato i buoni conti di Intel e JP Morgan, che fanno ben sperare sullo stato di salute del settore corporate a stelle e strsice. Buone notizie sono giunte anche dall’Europa, con la crescita ad agosto della produzione industriale dell’1% rispetto al +0,1% di luglio. Su base annua la produzione mostra un incremento al 7,9% dopo il +7,2% del mese precedente. Sul fronte valutario l’euro riprende terreno nei confronti del dollaro con il cross a 1,3972 usd, mentre s’inasprisce la questione valutaria tra Cina e Usa. Le riserve del Dragone in valuta straniera hanno raggiunto la cifra record di 2.648 miliardi di dollari alla fine di settembre. L’aumento delle stime sulla domanda globale mette il turbo al petrolio, che si porta a 83,29 dollari al barile, mentre il prezzo spot dell’oro viaggia a 1.370 dollari. A livello settoriale pioggia di acquisti sulle risorse di base e i tech, tra i quali si distingue il chip maker ASML dopo l’aggiornamento sulle vendite. Londra chiude con un rialzo dell’1,51% a 5.747 punti, Francoforte del 2,06% a 6.434, Parigi del 2,12% a 3.828. Molto bene Madrid +2,05% a 10.866, Bruxelles +1,89% a 2.670, Amsterdam +1,98% a 314 e Zurigo +1,39% a 6.463.