Europa, buon inizio settimana con la complicità della UE

13 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiudono la prima seduta della settimana con la giusta intonazione le principali piazze del Vecchio Continente. Dopo un avvio giornata con una buona impostazione, i listini europei hanno progressivamente ampliato i guadagni grazie alle buone notizie giunte dal fronte economico e per effetto della nuova normativa Basilea 3. La fiducia riappare sui mercati azionari dove si torna parlare di “ripresa economica”. Il nuono manuale di regole sugli istituti bancari a cui ha lavorato, nel fine settimana, il Comitato delle banche centrali mondiali ha sancito regole più severe per gli istituti bancari anche se si lascia un lasso temporale piuttosto ampio per l’adeguamento ai nuovi requisiti patrimoniali. A questo proposito, Jean Claude Trichet, numero uno della Banca Centrale Europea ha osservato che le nuove regole di Basilea 3 “eliminano l’incertezza” Le misure adottate ieri non danneggeranno la ripresa globale anzi secondo, Jean Claude Trichet, saranno le fondamenta solide su cui essa si baserà. A dare un’ulteriore sferzata di fiducia a mercati continentali ci hanno poi pensato le buone nuove giunte anche dalla UE, dove la Commissione ha rafforzato le previsioni di crescita per l’anno in corso, grazie soprattutto ai buoni risultati del secondo trimestre dell’anno. Da Bruxelles avvertono però che ci si attende un rallentamento per la seconda metà dell’anno e che le riforme strutturali e del lavoro restano una priorità, anche se le stime di crescita per il 2010 sono quasi raddoppiate all’1,7% dallo 0,9% indicato in precedenza. Nel pomeriggio, il buon avvio e il buon andamanto di Wall street hanno poi contribuito, come se ce ne fosse stato bisogno, a rafforzare i gia buoni guadagni dei listini di Eurolandia. Sul mercato valutario,leuro resta forte contro il dollaro superando gli 1,28 USD. Il cross tra le deu monete scambia a 1,2879 dopo aver toccato massimi di 1,2881 dollari. Corre anche il petrolio, che viaggia oltre i 77,39 dollari al barile. Bruxelles ha chiuso con un rialzo dell’ 1,6% a 2610,81 punti, Zurigo con un incremento dello 0,06% a 6471,77 punti, Parigi con un vantaggio dello 1,11% a 3767,15 punti ed Amsterdam con un progresso dello 0,69% a 337,27 punti. Bene anche Francoforte +0,75% a 6261,68 punti, Londra +1,16% a 5565,53 punti e Madrid +0,71% a quota 10765,2.