EURO: AI MINIMI, LA UE NON ROMPE CON L’AUSTRIA

1 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’euro resta ai minimi sui mercati valutari del vecchio continente, segnando livelli di 0,9685 dollari, solo di poco superiori al minimo storico di 0,9670 segnato stamane. Un euro vale 1936,26 lire.

Lieve risalita anche nei confronti dello yen, a quota 104,05, mentre resta stabile, a quota 107,40 il cambio tra dollaro e yen.

“Non abbiamo discusso dei riflessi sulla moneta unica”: il presidente della Commissione Ue Romano Prodi ha negato che nel corso della riunione di emergenza di questa mattina siano stati presi in considerazione gli effetti negativi della questione austriaca sulla moneta unica.

Prodi ha affermato che all’unanimità la Commissione Ue “condivide le preoccupazioni degli altri 14 stati membri” per il possibile ingresso dei nazionalisti di Haider nel governo astriaco, ma “manterrà le proprie relazioni con l’Austria”. Era stata minacciata la rottura delle relazioni bilaterali con Vienna.