ESPERTO USA PREVE LA FINE DELLA RADIO AM/FM

2 Ottobre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – New York, 2 ott- L’industria della radio così come la conosciamo è destinata a sparire entro i prossimi vent’anni. Parola di Michael Harrison, editore della rivista Talkers, che ha parlato di fronte a un gruppo di executive del settore in occasione del National Association of Broadcasters Radio Show. Il suo ragionamento è chiaro: le tecnologie concorrenti che stanno emergendo, come Internet, Wi-Fi, podcast e cellulari, riempiranno il mercato di nicchia occupato oggi dalla radio. “Sono tempi duri per la radio terrestre”, ha dichiarato Harrison. “E molti dei manager dell’industria non vogliono ammetterlo”. Harrison, che lavora nel broadcasting dal 1967 e pubblica Talkers dal 1990, ritiene che la maggior parte degli ascoltatori abbandonerà i tradizionali servizi radio Am e Fm e migrerà verso le nuove tecnologie nei prossimi vent’anni. “Vedremo la fine della radio terrestre e l’ascesa di quella satellitare”, prevede.