Eni, Scaroni,”approvvigionamenti gas in Europa e Asia tema chiave agenda globale”

10 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Nel prossimo decennio, e probabilmente anche oltre, la scena dell’energia mondiale sarà sempre più dominata dal consumo e dall’offerta di gas. La sicurezza degli approvvigionamenti in Europa e in Asia sarà ancora una volta un tema chiave nell’agenda globale.” E’quanto ha sottolineato l’a.d. dell’Eni, Paolo Scaroni, intervenendo ieri alla alla Cera Week di Houston. Il numero uno dell’azienda del cane a sei zampa ha incentrato il suo intervento sul capitolo del gas dicendo: “dobbiamo essere sicuri di poter affrontare queste questioni attraverso lo sviluppo di fonti di approvvigionamento complementari, l’investimento nel gas non convenzionale (shale gas), dentro e fuori gli Stati Uniti, le reti fisiche di trasporto e interconnessioni, e la costruzione di infrastrutture LNG dove ve ne sia bisogno. Tutte queste misure,” ha continuato Scaroni, “hanno in comune la necessità di una strategia di lungo periodo e l’accesso a ingenti capitali. Così com’è, il mercato del gas è un’opportunità ideale per le compagnie petrolifere internazionali che vantano presenza, relazioni, competenze, e solidità di bilancio per avere successo.” L’amministratore delegato di Eni ha poi dichiarato: “le compagnie petrolifere internazionali sono già più esposte al gas, un settore predisposto a una crescita di lungo periodo, in cui possiedono un più ampio margine di competitività. Certamente, il fatto di avere oggi bassi prezzi del gas significa che molti investimenti sono attualmente sospesi, ma quando i prezzi torneranno a salire le compagnie senza dubbio continueranno a guadagnare più ampi livelli di esposizione sul gas. L’unica questione ora da capire è fra quanto le oil major decideranno di entrare nel downstream.” Ha concluso Paolo Scaroni.