Eni, nel 2009 utile netto in discesa, propone dividendo

11 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Eni ha approvato oggi il bilancio del 2009 che mostra un utile netto di 4,367 miliardi di euro a livello consolidato e 5,061 miliardi per la capogruppo. Lo si legge in una nota. Rispetto ai dati di preconsuntivo annunciati il 12 febbraio 2010 sia il bilancio consolidato, sia il bilancio di esercizio rilevano un maggiore accantonamento al fondo contenziosi legali di €250 milioni tale da comportare una riduzione di pari importo dell’utile netto. Il maggiore accantonamento si riferisce alla controversia relativa al consorzio TSKJ. Il Consiglio inoltre ha deliberato di proporre all’Assemblea la distribuzione del dividendo di 1,00 euro per azione, di cui 0,50 già distribuiti nel settembre 2009. Il dividendo a saldo di 0,50 per azione sarà messo in pagamento a partire dal 27 maggio 2010, con stacco cedola il 24 maggio 2010. Il Consiglio di Amministrazione ha infine approvato il Bilancio di Sostenibilità 2009 nel quale Eni, seguendo le più avanzate best practice internazionali, rappresenta il proprio impegno sul fronte dello sviluppo sostenibile.