ELICOTTERI: VICINO L’ACCORDO FINMECCANICA E GHN

23 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La prossima settimana, durante il Salone Aerospaziale di Farnborough, a Londra, dovrebbe essere annunciato l’accordo tra la Agusta e la Westland per la produzione di elicotteri.

La Finmeccanica e la Ghn britannica che controllano le due case costruttrici hanno infatti completato il progetto per la loro unione.

Una fusione che porterà alla costituzione di una joint venture di diritto olandese controllata in modo paritario da Agusta e Westland.

Insieme il nuovo polo del settore elicotteri ha un fatturato di 4.000 miliardi di lire con in portafoglio ordini per 14.000 miliardi di lire.

La società britannica oggi può contare infatti su di un giro d’affari di 2.700 miliardi e 5.165 dipendenti. Mentre Agusta ha un fatturato di 1.500 miliardi e 5.000 lavoratori nei 7 stabilimenti.

A dirigere la nuova joint venture ci sarà Amedeo Caporaletti della Agusta come Amminsitratore delegato, Richard Case di Gkn Westland Helicopters come Direttore generale e David Wright di Ghn come Presidente.