Elezioni Usa, Wall Street scommette su Trump: sondaggi dicono il contrario

12 Giugno 2019, di Mariangela Tessa

Per Wall Street sembra arrivata l’ora di di ricalibrare le aspettative sulle elezioni presidenziali Usa del 2020. Da un’indagine condotta questa primavera da RBC Capital Markets tra gli investitori istituzionali, oltre il 70% del campione ha detto di aspettarsi che il presidente Donald Trump si aggiudichi un secondo mandato nel 2020.

Un risultato che stride con nuovo sondaggio della Quinnipiac University, che invece punta in direzione opposta. Dai risultati diffusi ieri, emerge infatti che se le presidenziali americane, previste per il 2020, si tenessero questa settimana, Donald Trump perderebbe non solo con Joe Biden ma anche con altri candidati democratici. Secondo la rilevazione, l’ex vicepresidente sarebbe  avanti rispetto a Trump di 13 punti (53% a 40%). Ma non solo. L’inquilino della Casa Bianca farebbe peggio del senatore Bernie Sanders, avanti di 9 punti.

E ancora. La senatrice californiana Kamala Harris supererebbe il prediate di 8 punti, la senatrice Elizabeth Warren di 7, il sindaco di South Band Indiana Pete Buttigieg di 5.

Intanto ieri, il presidente americano, pressato dai giornalisti sull’esistenza di un accordo segreto sui migranti col Messico, Donald Trump ha rivelato per sbaglio parte del suo contenuto. Il presidente americano ha sventolato i fogli davanti ai reporter, permettendo a un fotografo di catturarne le immagini.

Secondo quanto è apparso dalle foto, riferiscono i media, l’accordo “segreto” prevede che il Messico riveda le sue leggi in modo da essere identificato come “paese sicuro”. Sarebbe così possibile esaminare le richieste di asilo in questo paese invece che negli Stati Uniti. C’è anche un riferimento ad un piano regionale per le richieste di asilo che dovrebbe coinvolgere diversi paesi dell’America latina.