Elezioni, ultimi sondaggi: salgono Ingroia e Grillo

23 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Se si andasse alle urne oggi la coalizione di centrosinistra formata da PD e Sel otterrebbe la maggioranza alla Camera, mentre il Senato resterebbe in bilico.

A parte il Partito Democratico, le uniche forze principali a salire nei sondaggi sono Rivoluzione Civile e Movimento 5 Stelle, seppure con rialzi marginali (0,3% e 0,2% rispettivamente).

Il PdL scende sotto il 20% (-0,8%), Lega Nord in calo -0,3% al 6,1%. La Lista Monti scivola sotto l’8% (-0,2%), mentre Sel – penalizzata da quando e’ entrata in lizza Rivoluzione Civile di Ingroia – va sotto il 4% (-0,2%). Fare per Fermare Declino di Giannino si attesta al 4,1% (-0,4%).

A fianco si puo’ vedere la tabella dei risultati dell’ultimo sondaggio condotto da Spincom per “L’Opinione” sulle intenzioni di voto degli italiani e relativi al 22 gennaio. Se questo sara’ il risultato effettivo PD e Sel si aggiudicherebbero la maggioranza dei voti alla Camera, ma in Senato rischiano di perdere.

I “mal di pancia” iniziali tra gli elettori della Lega Nord per l’accordo con il Pdl sono stati “ampiamente superati tanto che i sondaggi ci danno in crescita”, ha detto un fiducioso Roberto Maroni, segretario federale del Carroccio e candidato alla presidenza della Regione Lombardia per il centrodestra, durante il programma La telefonata su Canale 5.

Secondo Maroni, intervistato da Maurizio Belpietro, gli ultimi rilevamenti danno il Carroccio “attorno al 20% in Lombardia, un dato in crescita e molto alto, ma la cosa importante è che grazie all’accordo con il Pdl sono nettamente avanti in Lombardia rispetto ad Ambrosoli e agli altri candidati, questo vuol dire che gli elettori leghisti hanno capito, compreso e accettato.
Questa è la premessa per poter vincere in Lombardia”.

Nel Lazio invece la partita pare quasi chiusa, con il centro destra uscente di molto indietro rispetto al centro sinistra guidato da Zingaretti. “Zingaretti mi doppia nei sondaggi? Ci credo poco: la partita è aperta”. Ospite a Radio Città Futura, il candidato del centrodestra alla guida della Regione Lazio, Francesco Storace, ha commentato così l`ultimo sondaggio Ipsos che indica il candidato dello schieramento opposto, Nicola Zingaretti, in netto vantaggio.

“Lui crede di aver già vinto – ha dichiarato Storace riferendosi a Zingaretti- in realtà ogni giorno perde qualcosa. Prima i centristi, poi Ingroia ed infine i radicali. E` riuscito a litigare con tutti e tutto ciò non potrà non lasciare conseguenze”.

Storace critico con i sondaggi anche quando accreditano il suo partito, La Destra, vicino nel Lazio alle percentuali del Pdl: “Sono sondaggi fatti per farci litigare all`interno della coalizione. In realtà in queste ore stiamo lavorando per costruire uno schieramento più largo e coeso”. Accordo fatto con ‘Fratelli d`Italia’? Ieri sera – ha detto Storace- ho parlato a lungo con Fabio Rampelli e credo che ci siano buone prospettive”.