ECOTASSA, IL GIORNALE CONTRO LA MORATTI

2 Ottobre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne)- Milano, 2 ott – Via libera al ticket per entrare e circolare nel centro di Milano, anche per i residenti: 2, 5 o 10 euro da versare nelle casse del Comune. La notizia spicca sulla prima pagina del Sole 24 Ore – che evidenzia come la misura, ancora di natura sperimentale, entrerà in vigore dal 2 gennaio – e del Giornale. Il giornale della famiglia Berlusconi critica severamente la misura voluta dalla giunta Moratti: “Milano entrerà in quel restrittissimo pugno di metropoli che pretendono un pedaggio”, parlando quindi di provvedimento “inutile, ingiusto e dannoso”, sebbene sia sostenuto dalla Cdl. In una nota di Michele Brambilla dal titolo “La tassa dell’autogol”, si sostiene che il ticket non abbattterà, come voluto, lo smog, parlando di “incentivo che non incentiva” l’uso dei mezzi pubblici perché comunque “costerà da un minimo di 38 centesimi a un massimo di 1,91 euro al giorno, quindi meno di quanto costino i mezzi pubblici”. Si aggiunge che “anche se fosse stato disgraziatamente esteso a più automobili e a un’area più vasta, il ticket non avrebbe ripulito l’aria per il semplice motivo che come tutti sanno l’inquinamento è dovuto in parte debordante agli impianti di riscaldamento, utilizzati in modo scellerato senza che siano puniti gli eccessi (nessuno a Milano mette più un maglione di lana o una giacca in casa e in ufficio: ma è così indispensabile stare in maniche di camicia anche d’inverno?). La prova provata che non sono le auto a inquinare sta in un fatto tanto semplice quanto di un’evidenza solare: d’estate, quando i riscaldamenti sono spenti, le polveri sottili crollano”. Si critica anche il fatto che il provvedimento “colpirà esclusivamente chi entra a Milano per lavorare”. E si conclude notando che “una pubblica amministrazione non può indurre i cittadini a preferire i mezzi pubblici all’automobile quando i mezzi pubblici non ci sono”.