Economisti continuano a credere ciecamente nella ripresa mondiale

10 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – A dispetto della crollo dei mercati in Cina, la crisi greca e la view pessimista del Fondo monetario, gli economisti continuano a vedere rosa sulla crescita economica globale.

Le ultime stime di Morgan Stanley indicano per la seconda metà dell’anno un aumento del Pil del 4% in accelerazione dal 2,9% del primo semestre. Per gli esperti della banca americana, la crescita sarà sostenuta dalle politiche espansive delle banche centrali portate avanti da 18 banche centrali. Ciò, secondo gli esperti, sarà sufficiente per compensare il rallentamento cinese e il rischio di Grexit, previsto al 75%.

“La forza della domanda interna nelle economie industrializzate sarà il fattore determinante della crescita” hanno scritto in una nota ai clienti Chetan Ahya and Elga Bartsch.

L’ottimismo della banca americana, come anticipato, è in contrasto con la view del Fmi che questa settimana ha pubblicato le nuove stime 2015 sul Pil globale, rivisto al ribasso al 3,3% sotto dal 3,5% stimato in aprile. (mt)