E ANCHE IN ITALIA E’ TUTTO SOTTO CONTROLLO

1 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Situazione ”normale e sotto
controllo”: cosi’ viene definita
l’analisi dei dati, alle ore 12.00, dei
vari settori produttivi, uniti sotto
controlli a partire da ieri e ancora
per tre giorni, contro i rischi
informatici del ”baco del millennio”. Ecco la situazione complessiva,
cosi’ come viene riportata dal centro decisionale nazionale:
– AFFARI ESTERI: sono in via di completamento le notizie, provenienti
dall’estero. Al momento risulta che il ‘baco’ non ha provocato danni: in
tal senso si sono espresse le ambasciate italiane di Bankok, Brasilia,
Panama, Santo Domingo. La Nato Eadrcc ha fatto sapere, dal canto
suo, che Belgio, Cekia, Slovenia, Portogallo, Moldavia e Canada non
hanno registrato inconvenienti.
– AMBIENTE: non si ha notizia di sviluppi degli scenari rilevati; dal 3
gennaio il ministero dell’Ambiente si terra’ in contatto con gli
stabilimenti (in maggior parte di deposito di sostanze pericolose) che
riavvieranno le attivita’.
– SISTEMA BANCARIO E FINANZIARIO: la Banca d’Italia informa che
ha riattivato i propri sistemi elaborativi con data 1 gennaio 2000 e sono
state verificate le interconnessioni telematiche. La rete nazionale
interbancaria e’ pienamente funzionante. I circuiti Bancomat, POS e
carta di credito risultano pienamente operativi.
– TELECOMUNICAZIONI: gli operatori di tele e radio diffusione non
segnalano anomalie.
– DIFESA: nessuna variazione rispetto al comunicato precedente. –
FUNZIONE PUBBLICA: nessuna variazione.
– GIUSTIZIA: nulla da segnalare, a parte il fatto che, tramite il Nucleo
operativo attivato presso il Dipartimento dell’ amministrazione
penitenziaria, e’ stata verificata la funzionalita’ del relativo sistema.
– INDUSTRIA: e’ confermata l’assenza di problemi nei settori di
energia elettrica, gas, raffinazione e depositi petroliferi.
– COMMERCIO: sono andati a buon fine i test di simulazione
dell’apertura degli esercizi della grande distribuzione e del commercio
associato; domani saranno regolarmente aperti i punti vendita della
grande distribuzione, ove cio’ sia consentito dalle autorita’ comunali;
nessun problema per la distribuzione dei farmaci e del carburante.
– INTERNO: nulla da segnalare.
– LAVORI PUBBLICI: Autostrade, Anas, e Cciss non rilevano particolari
problemi; si conferma la regolarita’ della situazione stradale.
– PROTEZIONE CIVILE: nessun evento sismico da segnalare. Per le
centrali nucleari si conferma che alcuni problemi sono avvenuti in
Spagna e Giappone, legati al back-up di dati di monitoraggio delle
attivita’ interne alle centrali e gia’ risolti.
– SANITA’: nessuna variazione rispetto alle precedenti comunicazioni.
– TRASPORTI E NAVIGAZIONE: per il trasporto aereo, alle 8,30 l’
ENAV ha dichiarato la cessata emergenza. Dalle 5 alle 10,30 (ora
locale) nello spazio aereo italiano si sono avuti 248 movimenti, con 74
atterraggi, 107 decolli e 67 sorvoli. Al momento non vengono segnalati
disservizi nel settore aeroportuale; il traffico navale da e per i porti
nazionali, sia merci che passeggeri, continua con regolarita’. Anche
nello stretto di Messina, la navigazione e’ stata regolare. La centrale
operativa del Comando generale delle capitanerie di porto continua a
monitorare tutta la situazione portuale nazionale; nei trasporti terrestri
non si segnalano problemi alle ferrovie da attribuire al millennium bug.
– GIUBILEO: si e’ verificato, all’alba, un eccesso di domanda di
trasporto ferroviario nella stazione Termini di Roma che e’ stato risolto
con l’intervento di convogli straordinari e di pullman aggiuntivi, messi a
disposizione dai ministeri dei Trasporti, della Difesa e dal Cotral.