Dopo lo scandalo, Libor lascia Londra per New York

10 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Addio Londra. Dal primo gennaio 2014, il Libor (London Interbank Ofered rate), l’indice di riferimento al quale è in parte legata l’affermazione della City come una delle maggiori piazze finanziarie al mondo, si trasferisce a New York.

A metterci le mani sopra è l’azienda Nyse Euronext, che batte le rivali London Stock Exchange e Markit. Da sempre calcolato dalla British Bankers’ Association, l’Associazione dei banchieri del Regno Unito è stata costretta a rinunciare ad amministrare l’indice dopo alcuni scandali che hanno coinvolto le banche britanniche, costate alle istituzioni finanziarie fino a 2,5 miliardi di dollari di multe da parte delle autorità. Il compito di Nyse Euronext sarà proprio quello di restituire fiducia all’indice.

L’operazione, che secondo rumors di mercato riportati dal Wall Street Journal ha un valore di 1 miliardo di sterline, rischia di riaccende la ‘rivalità’ fra Londra e New York, con il Nyse per tradizione più vicino a Wall Street: inizialmente l’indice continuerà a essere calcolato tramite un’indagine fra le banche sui tassi ai quali prevedono di potersi prestare soldi l’una con l’altra. Successivamente, però, il modello di calcolo sarà probabilmente rivisto, così da archiviare le polemiche legate al maxi scandalo da cui il Libor è stato travolto, cercando di non penalizzare i 506.000 miliardi di contratti esistenti e che vi sono legati.

”Il passaggio giocherà un ruolo vitale nel restituire credibilita’ internazionale al Libor” ha affermato Sarah Hogg, numero uno della commissione indipendente istituita lo scorso anno per riformare il Libor.

http://live.wsj.com/video/libor-is-sold-to-nyse-euronext/6F48C3CB-1028-45EA-B788-1EF05A4DEED3.html