Domus Italia: tutto pronto per l’arrivo in Borsa dell’azienda di Caltagirone

22 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Conto alla rovescia per il debutto in Borsa in luglio di Domus Italia, società immobiliare che fa capo alla famiglia Caltagirone, specializzata nel settore degli immobili residenziali.

L’offerta pubblica ha avuto inizio oggi e terminerà il 2 luglio, mentre il collocamento istituzionale è partito ieri e si concluderà nello stesso giorno.

Domus Italia ha in pancia una serie di immobili collocati a Roma e punta a comprarne altri con i proventi dell’Ipo.

“L’offerta globale – si legge nel prospetto – ha per oggetto massime 150 milioni di azioni rivenienti da aumento di capitale, corrispondenti al 93,75% del capitale sociale di Domus Italia post offerta globale e assumendo l’integrale sottoscrizione dell’aumento”.

La percentuale del capitale sociale di Domus Italia detenuta dal mercato a seguito dell’offerta globale e dell’eventuale integrale esercizio dell’opzione Greenshoe sarà pertanto pari a circa il 94,12%, assumendo l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale.

Il ricavato stimato dall’Ipo è compreso tra un minimo di 237,6 e un massimo di 288 milioni. Tali valori corrispondono a una forchetta di prezzo tra 1,65 e 2 euro per azione. Tale intervallo, come si legge sempre nel prospetto informativo dell’offerta, corrisponde a un capitale economico della società ante offerta globale compreso tra 16,5 e 20 milioni, mentre dopo l’Ipo il valore balzerà da 264 a 320 milioni. (mt)