Dollaro sotto scacco: prossima tappa euro 1,33

22 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Lo stavamo seguendo venerdì pomeriggio, quando quatto quatto si stava avvicinando alle resistenze per l’ennesima volta offrendo la possibilità di valutare sia un ritorno verso i minimi relativi di periodo, che avrebbe fatto continuare la fase laterale in atto, sia di una rottura rialzista, che avrebbe potuto portare ad accelerazioni pari all’altezza della congestione da cui si usciva.

Oro: quadro tecnico

Bene, questa notte l’oro ha scelto la seconda strada e si è riportato sopra quota 1,300.00, non raggiungendo ancora gli eventuali punti di target dati dalla proiezione dell’altezza della fase laterale, ma non trovando punti particolari che arrivano dal passato in grado di farci propendere per delle operazioni di vendita. Si ha spazio, in linea teorica, anche per il raggiungimento di area 1,340.00, livello di supporto che una volta abbandonato ha portato al compimento dei minimi sotto 1,200.00. Fino a quando rimarremo sopra le resistenze rotte stanotte, passanti anche nei pressi della media a 21 periodi oraria, potremmo aspettarci dei tentativi di salita del metallo giallo.

Yen: risk on/risk off di breve

Oltre a questo, dobbiamo sottolineare la discesa del Nikkei che non ci interessa tanto dal punto di vista tecnico, in quanto ci stiamo mantenendo sopra 14,500, quanto per il fatto che lo yen giapponese è andato a rafforzarsi di fronte a questa discesa, mostrando correlazioni di breve periodo che vedono la valuta nipponica come un rifugio (libero anche di salire e non soltanto di scendere) da utilizzare di fronte a situazioni di breve termine come quella che si è vista sulle borse asiatiche questa notte. Con la mancanza di dati macroeconomici importanti per la giornata di oggi avremo la possibilità di ragionare sul movimento del dollaro in generale, che se dovesse mostrarsi in grado di salire o scendere contro tutte le major currencies potrebbe fornire buone opportunità operative sui livelli, sfruttando le diverse volatilità dei cambi in base alla liquidità sottostante (per esempio EurUsd meno volatile di GbpUsd e di AudUsd a causa della sua maggior liquidità).

Nessun dato di rilievo

La BCE che ha allargato la gamma di ABS accettati è già passata in secondo piano e l’euro sta dimostrando di essere molto forte nei confronti del dollaro americano (le aspettative circa un reale cambiamento sul circuito del credito sono pressoché nulle e leuro non sta scendendo), la Federal Reserve sostiene le borse allontanando il momento di uscita dal QE e la Cina è alle prese con potenziali bolle del credito. Questi gli argomenti di discussione sui desk di questa mattina, ma le risposte… possono anche essere rimandate in giornate come queste, che arrivano da una settimana di pausa e che non vedono dati o incontri particolari.

Quadro tecnico

EurUsd: continua la forza della moneta unica nei confronti del biglietto verde, con i prezzi sopra le media a 21 oraria e vicini ai massimi relativi. Data la scarsa tenuta della media breve, concentriamo la nostra attenzione sui supporti posti in area 1.3100, dove passa la media a 100 oraria, un livello dinamico di trend e dei punti precedenti.

Qui sarà possibile cominciare a valutare acquisti di moneta unica, tenendo conto che un superamento ribassista di 1.3085 potrebbe spingere i prezzi verso 60. Non escludiamo la possibilità di vedere dei tentativi di rottura rialzista senza passare per i supporti che, se si fermeranno prima di 1.3225 potrebbero far formare una divergenza ribassista a 4 ore, altrimenti potrebbero tentare di espandere il movimento fino a 1.3250.

UsdJpy: nuovi minimi di breve per UsdJpy che si trova ora sotto le medie orarie, che però non hanno assunto il posizionamento corretto per poterle valutare dal punto di vista operativo. Siamo all’interno di un’area di congestione contenuta tra 99.50 e 100.85, che dovranno essere seguiti con attenzione, soprattutto in caso di ribasso a causa del posizionamento dei trader retail che risulta ancora lungo. Potenziali escursioni verso 99.00 in caso di superamento di 99.35.

EurJpy: buona discesa di EurJpy dopo il movimento visto sul papà UsdJpy. Ci siamo portati verso 131.10, il primo livello di target che abbiamo valutato in caso di rottura ribassista venerdì, livello che ora, insieme a 130.80, potrebbe fornire ottimi spunti ribassisti in caso di approfondimento della discesa. Un ritorno sopra 131.85 potrebbe riproporre i massimi visti in area 132.40.
GbpUsd: continua a mantenersi sopra le media a 21 oraria la sterlina, il che è indice di ottima tonicità della valuta inglese, che sta salendo in maniera molto ordinata. Attualmente non ravvisiamo nessuna potenziale divergenza ribassista e nessun segnale di perdita di forza, seguiamo perciò l’area statica di 1.5240 in caso di rottura ribassista della media a 21 periodi per poter impostare degli acquisti, tenendo conto che un superamento del livello potrebbe portare ad accelerazioni verso figura. Una ripartenza diretta sopra 1.5310 potrebbe portare ad accelerazioni nell’ordine dei 30/40 punti.

AudUsd: laterale con lievi minimi crescenti il movimento dell’australiano. Siamo ora verso la parte alta del canale rialzista che sta accompagnando il movimento di breve ptermine, con 0.9250 a fare anche da resistenza statica data da massimi precedenti. Buone possibilità, dal punto di vista del risk reward di provare a prendere posizionamenti short che, in caso di superamento di 0.9175 (area data da un minimo precedente statico, subito sotto le medie che sono incrociate a rialzo e che potrebbero fare da supporto insieme al punto) potrebbe estendere verso 0.9130. Su 0.9175 si potrebbe riproporre un discorso come questo, sul lato però long, in caso di stocastico in ipervenduto.

Copyright © FXCM per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da FXCM Forex Capital Markets. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.