Diversificare e proteggere il private: sale il trading di Saxo Bank

9 Aprile 2020, di Alessandra Caparello

Meglio rifugiarsi verso la liquidità o strumenti di investimento con scarsa correlazione ai mercati: questo lo scenario dei risparmiatori italiani in questi giorni condizionati da sedute di Borsa volatili causa emergenza sanitaria Covid-19.

Eppure in questa fase le opzioni ci sono, sia per quei profili professionali che  analizzano sistematicamente i veloci Sali e scendi del mercato, ma anche per quegli investitori che per una piccola parte del portafoglio scelgono di seguire le opportunità nel risparmio amministrato. Dai dati dalla società di analisi Finance Magnates Intelligence, solo a gennaio e febbraio si è registrato uno scatto di oltre il 25% dei volumi sulle attività più ricorrenti del trading, come le valute e le opzioni, a livello globale.

Bg Saxo: escalation di operazioni a marzo

L’Italia non è rimasta a guardare come dimostrano i numeri dai principali broker che parlano di una salita esponenziale che non riguarda solo la categoria dei trader professionali ma i risparmiatori più evoluti nella sfera del private. Bg Saxo, joint venture tra la danese Saxo Bank e Banca Generali, terza banca private italiana, mostra, nell’escalation delle operazioni di marzo (+40%), la crescente attenzione anche tra i clienti private e il mondo dei consulenti finanziari che apprezzano la dinamicità e l’immediatezza della piattaforma e le possibilità di prevedere meccanismi evoluti di protezione alle scelte di investimento.

I private banker accedere alla piattaforma anche per immettere gli ordini dei propri clienti rendendo così le operazioni sempre più semplici e immediate.Per una banca private che vede crescere di 5 miliardi l’anno la raccolta con un trend sempre positivo anche in queste settimane di forti tensioni sui mercati (517 mln la raccolta a marzo che si aggiunge al miliardo del primo bimestre), la notizia dell’operatività degli ordini per conto dei clienti sulla piattaforma numero uno in Europa rappresenta una netta evoluzione in considerazione della domanda di diversificazione in questo segmento.

“In questo modo è possibile accedere ad oltre 35 mila strumenti finanziari, con mercati globali nelle azioni, obbligazioni, e Etf. Una piattaforma che garantisce grande flessibilità e versatilità ai clienti e ai nostri private banker che si trovano facilitati nella finestra agli investimenti nell’amministrato e nella consulenza in generale”.

Così chiarisce Franco Dentella, responsabile del Wealth Management di Banca Generali.

 “Un certo tipo di cliente private, oggi, oltre alla consulenza di lungo periodo e per la protezione dei patrimoni, come le polizze di investimento, le gestioni attive in aree tematiche o personalizzate, o gli investimenti programmati per limitare l’effetto volatilità, intende operare per definire alcune scelte nell’amministrato e poter contare su uno strumento e su un consulente disponibile e pronto ad aiutarlo a selezionare le opzioni di investimento e di diversificazione più accurate è un fattore decisivo”.

La nuova frontiera del cliente private guarda infatti non solo alla possibilità di intervenire liberamente e senza confini sui mercati, ma anche al supporto di competenze.
Un mix che trova proprio in BG Saxo una squadra particolarmente ricca: da un parte c’ è il team di advisory di Banca Generali, dall’altra gli analisti di Saxo Bank. Insieme lavorano per garantire ai clienti il miglior servizio possibile, offrendo sia un’esperienza di trading, sia la protezione desiderata. Garanzia che ha reso il marchio del Leone rinomato nel private banking in Italia.