DIGITAL DIVIDE, LA RICETTA DEL PIEMONTE PER RIDURLO

15 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9colonne) – Torino, 15 mar – Entro il 2008 la banda larga sarà nelle case di tutti i cittadini del Piemonte. E’ questo l’obiettivo prefissato dalla regione con il programma Wi-Pie, che si pone come obiettivo quello della drastica riduzione del divario digitale. In Piemonte, infatti, il fenomeno è particolarmente evidente anche a causa della particolare configurazione morfologica e geografica del territorio: la disponibilità di infrastrutture a banda larga e di tecnologie e di servizi a essa correlati è ormai un fattore strategico per sostenere e incrementare il livello di competitività di tutto il sistema economico regionale. Il progetto RDD, acronimo di Reduce Digital Divide, vuole quindi garantire connettività a banda larga per i comuni non direttamente toccati dal protocollo d’intesa siglato con Telecom Italia lo scorso giugno. La copertura prevista dal principale operatore telefonico nazionale infatti non raggiunge la totalità del territorio piemontese per ragioni di ordine tecnico–economico. I comuni esclusi dall’accordo – ovvero non coperti al 100% – sono quindi oggetto di intervento nell’ambito di Reduce Digital Divide, che entro il 2008 ridurrà e, in prospettiva, eliminerà completamente su tutto il territorio il problema del divario digitale.