Dichiarazione di Jefferies sul debito sovrano di Portogallo, Italia, Irlanda, Grecia e Spagna

3 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

In risposta alle informazioni pubblicate oggi, Jefferies ha fornito chiarimenti riguardo alle sue posizioni in debito sovrano e alla sua spesa per interessi sul reddito. Jefferies ha chiarito definitivamente che al 31 agosto 2011 non aveva alcuna esposizione netta significativa al debito sovrano europeo. I calcoli e le relazioni recenti sembrano essrsi concentrati unicamente sull’inventario long di 2,684 miliardi di dollari, senza tener conto invece del fatto che esistevano posizioni short di bilanciamento in tale debito sovrano per 2,545 miliardi di dollari e posizioni di bilanciamento in strumenti future. Va ricordato che all’apertura delle contrattazioni odierna l’esposizione netta di Jefferies al debito sovrano di Portogallo, Italia, Irlanda, Grecia e Spagna ammontava agli importi seguenti (arrotondati al prossimo milione): Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Jefferies Group, Inc.Peregrine C. Broadbent, 212-284-2338Chief Financial Officer