DI PIETRO A MONTEZEMOLO: TRA VOI TROPPI FURBETTI

16 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 16 mar – “E’ ora che gli imprenditori la smettano di incolpare sempre la politica per tutto quello che non funziona, accusandola ora di essere debole, ora di volersi sostituire alla classe industriale”. Lo ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, commentando le dichiarazioni rilasciate dal presidente di Confindustria Luca Cordero Di Montezemolo. “In questi anni – ha spiegato il ministro – abbiamo assistito all’emergere di troppi furbetti del quartierino e gli imprenditori che hanno rilevato le aziende ex pubbliche privatizzate si sono dedicati molto più a fare finanza, che non a fare industria; abbiamo visto troppi piani finanziari e non abbastanza piani industriali. In troppi hanno rilevato importanti asset pubblici, strategici per lo sviluppo del paese, e hanno messo in piedi grandi speculazioni finanziarie, realizzando enormi utili, spesso a danno dei consumatori, o comunque senza alcun vantaggio per questi ultimi e per l’interesse generale”. “Credo sia giunto il momento – ha concluso il ministro – che anche in Confindustria si apra un momento di serena autocritica, invece di continuare a dare lezioni a destra e a manca”.