Di Muro (IWBank PI): “Liquidità anomala, gestione segua due direttrici”

3 Aprile 2019, di Alessandro Chiatto

C’è una porzione di liquidità anomala, superiore allo standard, detenuta nei portafogli dei clienti. È dovuto all’incertezza dei mercati e alla paura da parte dei clienti. Lo ha detto Dario Di Muro, Direttore Generale di IWBank Private Investments, in un’intervista concessa a Wall Street Italia a margine del Salone del Risparmio 2019 di Milano.

La gestione del risparmio dovrebbe “seguire due direttrici”, secondo il manager. Innanzitutto il fatto che “l’ingresso sui mercati graduale è una soluzione che va bene sempre” e “soprattutto in momenti di incertezza come questi”.

In secondo luogo, bisogna focalizzarsi maggiormente sulla strategia di asset allocation generale e meno sulle scelte dei singoli prodotti. Spesso, spiega il direttore, si commette “un errore tecnico“, in quanto si ragiona sul prodotto e non sulla allocazione di portafoglio.

“Se manca il prodotto che mi fa star tranquillo, allora ricorro alla liquidità”. È un comportamento sbagliato, perché “si perdono opportunità” di guadagno.

Quanto alle strategie di IWBank PI, il 2019 è un anno di svolta per il gruppo, che vuole “incrementare decisamente il numero di consulenti e la mole di asset under management (AuM)“. Per ora le attese sono state rispettate. Di Muro segnala una raccolta “buona”, che si attesta intorno ai 200 milioni di euro nel primo trimestre.

I risultati sono “in linea con le previsioni aggressive”, per ora, ma è il secondo trimestre che sarà decisivo in questo senso. E il gruppo è ben posizionato “per affrontarlo nel migliore dei modi”.