Decolla la nuova Alitalia: nuovi vertici e dotazione finanziaria da 3 miliardi

30 Giugno 2020, di Mariangela Tessa

Decolla la Newco di Alitalia. Francesco Caio sarà il Presidente mentre Fabio Lazzeriniattualmente responsabile del business della compagnia aerea, sarà il nuovo l’amministratore delegato.

Lo ha annunciato ieri il premier Giuseppe Conte, spiegando che “il vertice neo-designato potrà da subito lavorare, con gli advisor già individuati dal Ministero dell’Economia, al nuovo piano industriale, che sarà poi notificato alla Commissione Europea”, afferma il premier in un post su Facebook.

La nuova società pubblica avrà una dotazione finanziari pubblica di 3 miliardi, una flotta di oltre 100 aerei ed arriva dopo oltre 3 anni di amministrazione straordinaria, che ha riportato la compagnia nelle mani pubbliche.
Con questa ultima iniezione di liquidità, ammonta a oltre 12 miliardi di euro il fiume di denaro pubblico confluito nelle cassa di Alitalia dal 1974 ad oggi.

Esprime soddisfazione la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli, per la designazione dei
vertici della Newco.

“L’accelerazione di oggi con la designazione di Caio e Lazzerini apre una nuova era per la compagnia di bandiera e le qualità professionali del presidente e dell’ad siamo certi faranno maturare le condizioni per una nuova grande compagnia, come merita questo Paese”, afferma la ministra che nei giorni scorsi alla Camera ha spiegato che la nuova Alitalia avrà  “un piano industriale in assoluta discontinuità con i precedenti modelli, che consentirà all’Italia di disporre di una compagnia aerea in grado di contribuire alla ripresa economica del Paese, ma soprattutto di competere sul mercato internazionale del trasporto aereo”.

Sindacati sul piede di guerra

Sono invece scettici i sindacati sono scettici ed in agitazione per possibili tagli al personale della Newco. Nelle settimane scorse erano circolati numeri che indicavano una forza lavoro tagliata a 4-5 mila unità.

In una lettera inviata ieri alla compagnia denunciano “forti criticità ” sulla situazione nella quale versa il gruppo, con specifico riferimento alla “mancanza di condivisione della strategia messa in campo per la ripresa dell’attivita’ post lockdown”, ritenendola “eccessivamente lenta, commercialmente fallace, dannosa per l’immagine della compagnia e con impatti gestionali, di turnazione, organizzazione del lavoro e retributivi su tutte le categorie, di terra e di volo, non più sostenibili”.

Chi è Francesco Caio

Francesco Caio, da maggio 2018 presidente di Saipem SpA, vanta una consolidata esperienza come CEO di Gruppi multinazionali nei settori industriali, delle telecomunicazioni e dei servizi, quali Omnitel (oggi Vodafone Italia) Olivetti, Merloni Eldo, Cable & Wireless, Avio e Poste Italiane. È stato consigliere del Governo inglese e di quello italiano su Innovazione Digitale e Banda Larga.

È membro dell’Advisory Board del Politecnico di Milano – dove insegna Gestione dell’Innovazione Tecnologica – ed è consigliere indipendente di BNL – BNP e Guala Closures. è attualmente