Crollo mercato auto, si torna ai livelli del 1979

3 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

Nel 2012 il mercato dell’auto in Italia crolla del 19,87% rispetto al 2011 e torna ai livelli di 33 anni fa immatricolando in 12 mesi 1.402.089 unità. A dicembre il calo delle vendite è stato del 22,51% a 86.735 unità. Lo comunica il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Nel 2012 Fiat Group Automobiles ha immatricolato in Italia 414.920 nuove vetture, segnando un calo del 19,4% rispetto al 2011. Nel solo mese di dicembre le vendite del gruppo torinese sono scese del 20,2% a 25.384 unità, contro le 31.808 di un anno fa.

Nel 2012 Fiat Group Automobiles chiude l’anno con una quota di mercato in Italia del 29,59%, in lieve progresso rispetto al 29,4% segnato nel 2011. A dicembre la quota di mercato del gruppo torinese si attesta al 29,27%, in crescita rispetto al 28,4% di un anno fa.

“Nel 2012, in uno scenario mai così negativo dal 1979, il Gruppo Fiat ha fatto meglio del mercato, sceso del 19,9 per cento, e ha aumentato la quota di 0,2 punti percentuali, attestandosi al 29,6 per cento”. Lo precisa in una nota il Lingotto a commento dei dati diffusi dal ministero dei Trasporti.

Quote aumentate nell’anno per Fiat, Lancia e Jeep. Panda, Punto, Ypsilon e 500 sono ai primi quattro posti nella top ten dell’anno. In dicembre tutti i brand del Gruppo Fiat migliorano la quota. (Ansa)