Crolla il Baltic Dry Index: -35%. Peggior inizio d’anno in 30 anni

10 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Allarme rosso dal Baltic Dry Index, il ‘leading indicator’ del settore import-export globale che misura il carico effettivo e i costi delle navi cargo container in tutto il mondo. Nelle due settimane dalla vigilia di Natale ad oggi questo indicatore mondiale ha accusato un crollo a candela pari a -35%. Si tratta del peggior inizio d’anno in 30 anni (dal 1984) per il commercio internazionale, misurato sull’effettivo carico delle grandi navi porta-container.

Anche se va scontato un fattore “stagionale” nei costi effettivi e di come viene calcolato l’indicatore – che subiisce un rialzo nel periodo festivo e un ribasso nel periodo subito successivo – quello registrato oggi e’ il piu’ clamoroso crollo dal 1984, nel periodo nelle due settimane calcolate a partire dalla vigilia di Natale, nonostante le forti quantita’ di magazzino accumulate dai trasportatori globali nell’ultimo trimestre 2013.