Crisi: Regling, “rischio zero” per euro, Italia e Francia stanno bene

25 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Anche il CEO dell’European Financial Stability Facility Klaus Regling si inserisce nel delicato discorso sulla situazione dell’euro dopo che il cancelliere tedesco Angela Merkel ha affermato che la moneta unica è in una situazione di eccezionale gravità. Parlando in una intervista al quotidiano tedesco Bild Zeitung in merito alla situazione irlandese, Regling ha affermato che non vi sono pericoli che la crisi di Dublino possa portare alla rottura dell’euro, sebbene la situazione sia “seria”. Un abbandono dell’euro sarebbe un suicidio, ha affermato Regling. Bisogna stare tranquilli perchè il fondo europeo è abbastanza grande per tutti gli Stati membri. Il CEO ha poi escluso che Francia e Italia possano correre dei rischi, rifiutando inoltre di definire la Germania come “ufficiale pagatore” della crisi. In particolare dell’Italia il capo del EFSF ha affermato che ha superato la crisi e che il proprio deficit di bilancio è sotto controllo.