Crisi, produzione cresce ancora in Lombardia

27 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Prosegue la crescita della produzione industriale in Lombardia con un +5,9% di variazione su base annua ed un +2,6% di variazione congiunturale destagionalizzata (con un lieve rallentamento rispetto al buon risultato del trimestre precedente). Lo confermano i dati congiunturali pubblicati da Unioncamere Lombardia. L’indice della produzione arriva a sfiorare quota 100, livello medio dell’anno di riferimento (2005), anche se ancora lontano dal massimo toccato prima della crisi (oltre quota 106). Il fatturato cresce dell’8% su base annua e restano elevati gli ordini, sia dall’interno che dall’estero. Resta stabile l’occupazione rispetto al trimestre precedente e diminuisce l’incidenza della CIG. Aumentano in maniera significativa i prezzi delle materie prime e, in misura più limitata, quelli dei prodotti finiti, confermando le preoccupazioni sui margini delle imprese. I diversi indicatori di previsione confermano, come più probabili, valori positivi per la produzione industriale nel terzo trimestre del 2010, ma non escludono la possibilità di una lieve flessione congiunturale.