Criptovalute sotto stress, exchange ABCC: a contare è fiducia in blockchain

22 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

In collaborazione con Matteo Oddi

Gli investitori non dovrebbero dare troppo peso ai recenti cali subiti dalle criptovalute sui mercati, bensì dovrebbero concentrarsi su quello che conta: ossia la fiducia nelle potenzialità enormi della tecnologia blockchain alla base delle crypto. Lo ha dichiarato Calvin Cheng, CEO e confondatore di ABCC, in un’intervista a Wall Street Italia, secondo cui i prezzi raccontano solo una piccola parte della storia.

ABCC è un exchange dove si possono scambiare diverse criptovalute che ha partecipato come main sponsor al Delta Summit di Malta di ottobre e che crede fermamente nelle tante applicazioni possibili del libro mastro immutabile e decentralizzato su cui corrono le criptovalute.

Per una piattaforma di scambio di criptovalute ci sono diverse minacce possibili cui prestare attenzione, come quella di attacchi hacker e altre frodi, ma per Cheng la principale riguarda le normative. Non devono preoccupare invece le perdite di valore subiti dalle principali monete crittografiche.

In una fase nera sui mercati che Nouriel Roubini ha definito “crypto-apocalypse”, la capitalizzazione complessiva delle criptovalute ha perso il 60% circa quest’anno dopo i massimi toccati a fine 2017 e c’è chi – tra la comunità di analisti e investitori – ora mette in dubbio il fatto che Bitcoin e simili possano mai tornare su quei livelli record.

WSI: Qual è la principale minaccia alle piattaforme di criptovalute?

CALVIN CHENG: Nei prossimi mesi la regolamentazione sarà con ogni probabilità un fattore chiave per gli exchange di criptovalute.

WSI: Quando lancerete servizi in moneta FIAT e scambi tra moneta FIAT e crypto?

CC: È dall’inizio dell’avventura dl nostro exchange in aprile che stiamo cercando di ottenere una licenza e delle norme che siano adatte al nostro servizio Fiat. Il fatto che abbiamo sponsorizzato il DELTA Summit di Malta di questo mese insieme a Binance e OKEx (due degli exchange più popolari nel mondo crypto, NdR), dimostra che siamo pronti per offrire molto presto un servizio fiat.

WSI: Mettiamo che uno voglia lanciare una ICO: su cosa dovrebbe focalizzarsi per ottenere la quotazione del proprio coin nel vostro exchange?

CC: Abbiamo un comitato di valutazione indipendente che fa il lavoro di analisi. Molti fattori vengono presi in considerazione, tra i quali problemi risolve con la tecnologia blockchain, il potenziale della sua tecnologia, il team di fondatori e il loro impegno per la comunità e per i detentori di token, ecc.

WSI: Quale genere di modello di business nuovo la blockchain può contribuire a creare?

CC: Nel caso della crypto finanza (ma ci sono innumerevoli case study) può aiutare sia le startup che i progetti più piccoli che fanno fatica a ottenere finanziamenti dalle banche, a svilupparsi, facilitando l’accesso ai capitali privati.

WSI: Al momento i ribassisti sono in controllo dei mercati delle criptovalute e l’entusiasmo sembra svanito: può fare una previsione sulla direzione che prenderanno i prezzi d’ora in avanti?

CC: In qualità di exchange, non ci facciamo distrarre molto dai prezzi. È normale che ci siano alti e bassi su mercati. Quello che conta è la fiducia nella tecnologia blockchain e il suo futuro è roseo così come il contributo che è in grado di offrire per creare un ecosistema nuovo.