Criptovalute, per il ceo di BlackRock potrebbero ricevere una spinta dalla crisi attuale

25 Marzo 2022, di Gianmarco Carriol

Larry Fink, CEO del più grande asset manager del mondo BlackRock, ritiene che la crisi Russia-Ucraina abbia rafforzato le criptovalute come strumento per le transazioni internazionali.

In una lettera agli azionisti Fink ha evidenziato che l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia sta rimodellando l’economia mondiale limitando di molto la globalizzazione. La conseguenza di tutto questo è un aumento dell’inflazione man mano che le catene di approvvigionamento verranno riconfigurate.

Di conseguenza, un ri-orientamento su larga scala delle catene di approvvigionamento sarà intrinsecamente inflazionistico, ha affermato, sottolineando che anche prima dello scoppio del conflitto nell’Europa orientale, gli effetti economici della pandemia del virus hanno portato l’inflazione statunitense al suo massimo in quattro decenni.

L’attuale contesto inflazionistico, in bilico sull’orlo della stagflazione, ha messo le banche centrali in “decisioni difficili” su quanto velocemente aumentare i tassi.

Si trovano ad affrontare un dilemma che non affrontavano da decenni, che è stato aggravato dal conflitto geopolitico e dai conseguenti shock energetici. Le banche centrali devono scegliere se vivere con un’inflazione più alta o rallentare l’attività economica e l’occupazione per abbassare rapidamente l’inflazione“, ha affermato Fink.

Fink ha osservato che la guerra in corso costringerebbe le nazioni a rivalutare le loro dipendenze valutarie, che alla fine potrebbero far posto a una rete di pagamento digitale globale. Ha detto che la guerra ha posto fine alle forze della globalizzazione al lavoro negli ultimi 30 anni.

L’osservazione di Fink sulla spinta del mercato delle valute digitali è abbastanza azzeccata, poiché le sanzioni commerciali alla Russia hanno già portato molti paesi che importano petrolio e gas da lì a cercare reti di pagamento alternative oltre al centralizzato SWIFT. Secondo quanto riferito, l’India sta sviluppando un gateway di pagamento INR diretto per acquistare forniture di energia mentre è in aumento anche la discussione su una rete di pagamento digitale.

“Un sistema di pagamento digitale globale, progettato con cura, può migliorare il regolamento delle transazioni internazionali riducendo il rischio di riciclaggio di denaro e corruzione”, ha affermato Fink.

Secondo alcune indiscrezioni, il partner di Ripple The Clearing House è in trattative con Wells Fargo per sviluppare un’alternativa SWIFT.

Fink ha chiarito che il conflitto in ucraino è come un acceleratore per riorganizzare l’economia globale mentre il vecchio ordine mondiale si sgretola e emerge un mondo multipolare. Le catene di approvvigionamento saranno a terra o spostate più vicino a casa.

Picco di scambi in Russia

Anche il volume dei scambi di Bitcoin locali russi ha registrato un picco a marzo dopo aver visto un calo costante nell’ultimo anno. Detto questo, prima dell’invasione dell’Ucraina, il paese stava cercando di regolamentare positivamente il mercato delle criptovalute.

Gianmarco Carriol | Wall Street Italia

L’Ucraina ha legalizzato le criptovalute il 16 marzo 2022, dopo aver ricevuto milioni di criptovalute da tutto il mondo. La nazione dilaniata dalla guerra ha già raccolto oltre $100 milioni in donazioni digitali, che hanno utilizzato per rafforzare il proprio esercito e acquistare rifornimenti.

Le criptovalute nel corso degli anni hanno dimostrato di essere una grande copertura contro tempi difficili, ma con il conflitto in corso in Ucraina, sono diventate uno strumento importante per gli accordi internazionali e l’invio di soccorsi rapidi.