Criptovalute in discesa. Come mai?

25 Luglio 2022, di Gianmarco Carriol

Il mercato delle criptovalute ha registrato ribassi nelle ultime 24 ore, poiché il Bitcoin (BTC) ha concluso la settimana al di sotto di un livello tecnico chiave e gli operatori di mercato sono apparsi incerti sulla direzionalità a breve termine. Come al solito i forti ribassi nel mercato delle criptovalute sono accompagnati da vendite di trader di derivati ​​con leva, con le liquidazioni di posizioni a lungo termine con leva che hanno raggiunto 12,7 milioni di dollari nelle prime quattro ore di oggi.

Fonte: Coinglass

Aumento degli afflussi dei fondi di criptovalute

Nel frattempo, questa mattina, nuovi dati della società di investimento e ricerca in criptovalute, CoinShares, hanno mostrato che i fondi di investimento supportati da criptovalute hanno visto ancora una volta grandi afflussi la scorsa settimana. In totale, la settimana si è conclusa con afflussi di 30 milioni di dollari, di cui 19 milioni di dollari sono entrati in fondi garantiti da BTC.

Dopo il Bitcoin, la seconda criptovaluta più popolare tra gli investitori di fondi la scorsa settimana è stata Ethereum (ETH), con 8,1 milioni di dollari di afflussi. La categoria dei fondi multi-asset è stata l’unica categoria che ha registrato deflussi la scorsa settimana, con  2,3 milioni di dollari ritirati.

In particolare, l’ultimo rilascio di dati da CoinShares includeva anche una correzione dei numeri della settimana precedente, quando nel settore sono stati registrati complessivamente afflussi per 12 milioni di dollari. Dopo aver tenuto conto della segnalazione tardiva delle negoziazioni, quel numero è stato adeguato a 343 milioni di dollari, i maggiori afflussi settimanali visti nei fondi di investimento cripto da novembre 2021.

Gli afflussi sono arrivati ​​nonostante il Bitcoin abbia chiuso la scorsa settimana al di sotto della linea chiave della media mobile di 200 settimane. La linea, da molti considerata un livello tecnico chiave al di sotto del quale BTC non ha mai scambiato al di sotto per un periodo di tempo prolungato, è attualmente a 22.786 USD, con il prezzo del Bitcoin scambiato al di sotto da domenica notte in Europa.

Il BTC è scambiato a 21.875 dollari, in calo del 3,13% nelle ultime 24 ore. Oltre al Bitcoin, altre monete importanti si sono distinte al momento della stesura di questo articolo includevano ETH, che nelle ultime 24 ore è sceso del 3,99% a 1.517 USD, e Solana (SOL) è sceso del 3,32% a 39 dollari.

Segnali di esaurimento nel mercato

Commentando le prospettive per il mercato delle criptovalute prima del fine settimana, la società di trading di criptovalute con sede a Singapore QCP Capital ha scritto in un aggiornamento:

“Non siamo sicuri che lo slancio al rialzo continui in grande stile. La velocità di questa mossa al rialzo si è sentita guidata dal posizionamento (il mercato è stato colto corto) e il mercato sta iniziando a mostrare alcuni segni di esaurimento”.

L’ultimo aggiornamento di QCP Capital segna un ammorbidimento della posizione ribassista dell’azienda dall’inizio di luglio, quando ha affermato che “le sue prospettive positive stanno calando” e ha avvertito che “qualsiasi rialzo significativo sarà limitato nel breve termine”.

Altri, tra cui la società di analisi on-chain Glassnode, hanno indicato alcuni primi segnali di rialzo per il Bitcoin, date le elevate commissioni di transazione che sono state osservate sulla rete dal crollo della rete Terra (LUNA). “Un regime di commissioni più elevate, in cui la media mobile a 7 giorni è superiore alla media mobile a 180 giorni, è storicamente un segnale di ripresa del mercato”, ha scritto l’azienda su Twitter. Ha anche condiviso un grafico che mostra come siano già avvenuti eventi simili.

Fonte: Glassnode