Crimea: il 16 marzo referendum per annessione alla Russia

6 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Si terrà il 16 marzo il referendum sullo status della Crimea. Lo ha annunciato Rustam Temirgaliev, il vice premier di questa repubblica autonoma dell’Ucraina, al centro delle tensioni con la Russia.

I cittadini della Crimea, a maggioranza russa, sono chiamati a scegliere tra due opzioni: passare a far parte della Federazione russa, in pratica chiedere a Mosca l’annessione, oppure restare parte integrante dell’Ucraina, ma sulla base della Costituzione della Crimea del 1992, che prevede di regolare i rapporti con Kiev in base a specifici accordi.

Il presidente russo Vladimir Putin è stato informato della richiesta del Parlamento locale della Crimea di aderire alla Federazione russa. L’ha annunciato il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov.

“Questa informazione ci è appena pervenuta, il presidente è stato informato”, ha dichiarato Peskov citato dall’agenzia di stampa Itar-Tass.

Il parlamento della Crimea ha votato all’unanimità per l’annessione alla Russia, in qualità di nuovo “soggetto” della Federazione. (TMNEWS)