CREDIT SUISSE DÀ I VOTI ALLE HOLDING DEI MEDIA

20 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Zurigo, 20 set – Credit Suisse dà i voti alle aziende dei media e mentre premia News Corp e Disney, che secondo gli analisti continueranno a guadagnare sul mercato azionario, si limita a un giudizio “neutral” per Time Warner e Viacom. “Ci aspettiamo in generale per le azioni dei media valori in linea con quelli del mercato”, ha dichiarato l’analista Heath Terry – a parte, appunto, News Corp e Walt Disney, per i quali Credit Suisse prevede “outperform”. Nella nota agli investitori, Terry ha scritto che Time Warner, la più grande azienda dei media del mondo, non venderà probabilmente nessuna divisione nell’immediato futuro, nonostante la pressione a disfarsi di Aol. Le aziende dei media attive all’estero andranno bene perché beneficieranno della crescita della pubblicità in America Latina e Asia, secondo l’esperto. Ci saranno vantaggi anche dall’arrivo di un numero maggiore di programmi sui media digitali, ha scritto Terry. “News Corp. è il nostro nome preferito nel settore media per la qualità delle sue attività televisive e cinematografiche, il potenziale delle attività su stampa e il crescente impegno nel settore Internet”, ha dichiarato Terry. “Anche Disney probabilmente andrà bene grazie ai suoi parchi a tema, ai canali via cavo e alla crescita della pubblicità online”.