Covid-19: perché ora è il momento migliore per avviare un’attività

4 Maggio 2020, di Alessandra Caparello

Con la pandemia in corso potrebbe essere il momento perfetto per iniziare un’attività. A consigliarlo è Eric Ries, autore del bestseller di The Lean Startup scritto nel 2011 e con oltre 1 milione di copie vendute in tutto il mondo.

Ries ha detto alla CNBC Make It che le flessioni economiche sono, di fatto, il momento migliore per intraprendere un nuovo business. La pandemia di coronavirus ha ribaltato la maggior parte degli aspetti della nostra vita quotidiana, non ultimo il modo in cui lavoriamo. Per molti, questo ha portato con sé un periodo di grande incertezza e di possibile insicurezza del lavoro. Ma ha anche creato una finestra di opportunità per gli aspiranti imprenditori, secondo Eric Ries.

“Il momento migliore per essere un imprenditore è quando tutti corrono per uscire. Quindi sì, quello attuale sta per diventare un grande momento per essere imprenditore.

Ries ricorda come alcune delle “più grandi aziende di cui si è sentito parlare sono nate in una fase di crisi”. Gli esempi sono molti: General Motors, IBM, Disney, Toyota e HP sono tra le grandi aziende nate durante o sulla scia delle crisi economiche, come la Grande Depressione e la Seconda Guerra Mondiale.
Il fondatore e CEO di Airbnb, Brian Chesky, ha dichiarato in una recente intervista live su LinkedIn che “siamo letteralmente nati in una crisi”, riferendosi alla crisi finanziaria globale del 2008.

Dopo una crisi, la gente è spesso affamata di cambiamenti cosa mai più vera oggi come oggi, visto che le leadership non sono riuscite ad affrontare la pandemia.

“C’è una nuova fame- di nuova leadership, nuove idee, nuovi modelli– e questa fame non può che crescere”.