Covid-19: controlli e misure sanitarie prorogate fino al 31 luglio

14 Luglio 2020, di Alessandra Caparello

Discoteche chiuse, controlli stringenti su sagre, fiere ed eventi pubblici, obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi, divieto di assembramento almeno fino al 31 luglio.

Queste le misure che il governo intende prorogare fino alla fine del mese per arginare la pandemia da Covid-19. Oggi il Ministro della Salute Roberto Speranza in Parlamento prorogherà al 31 luglio le misure sanitarie già disposte dal Governo per contrastare la diffusione del contagio da Covid, in scadenza oggi.

Novità per chi viaggia in aereo

Chi viaggia in aereo da domani, 15 luglio, potrà imbarcarsi con il bagaglio a mano finora vietato.

I vettori possono definire con i gestori aeroportuali specifiche procedure che consentano
l’imbarco di bagaglio a mano di dimensioni consentite per la collocazione nelle cappelliere, mettendo in atto idonee misure di imbarco e di discesa selettive, in relazione ai posti assegnati a bordo dell’aeromobile, garantendo i dovuti tempi tecnici operativi al fine di evitare assembramenti nell’imbarco e nella discesa e riducendo al minimo le fasi di movimentazione (ad es. chiamata individuale dei passeggeri al momento dell’imbarco e della discesa, in modo da evitare contatti in prossimità delle cappelliere)».

Così Il Sole 24 Ore riporta l’ultima versione dell’allegato con le linee guida per il trasporto pubblico. Il Dpcm inoltre dovrebbe prorogare il divieto di ingresso a chi proviene da 13 Paesi anche utilizzando i voli triangolati: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Kuwait, Oman, Bosnia Erzegovina, Macedonia del Nord e Moldova, Brasile, Cile, Panama, Perù e Repubblica Dominicana.

Gli italiani, che vivono o sono passati in uno di questi Stati, possono rientrare ma devono mettersi in quarantena. Obbligo di quarantena di 14 giorni anche per chi arriva dagli Stati Uniti.