Coronavirus, dal governo 400 miliardi per le imprese (VIDEO)

6 Aprile 2020, di Redazione Wall Street Italia

Al termine del consiglio dei ministri iI premier Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa, accompagnato dai ministri Roberto Gualtieri (Economia e Finanze), Stefano Patuanelli (Sviluppo economico) e Lucia Azzolina (Istruzione).
Il presidente del consiglio ha illustrato il nuovo piano di sostegno alle imprese colpite dalla crisi legata all’epidemia del coronavirus.

“Vi annuncio che diamo liquidità immediata per 400 miliardi di euro alle nostre imprese: 200 miliardi per il mercato interno, 200 per l’export. Questa è una potenza di fuoco, non ricordo un intervento del genere nella storia della nostra Repubblica.
Lo stato offrirà una garanzia in modo che tutto avvenga in modo celere, spedito, sicuro. Abbiamo deliberato la sospensione di vari pagamenti fiscali e contributi e ritenute anche per i mesi di aprile e maggio. Abbiamo dotato il paese di uno strumento efficace per tutelare tutte le imprese che svolgono un compito strategico per il nostro paese.
Con la golden power potremo controllare operazioni societarie e le scalate ostili non solo nei settori tradizionali, ma in quelli assicurativo, creditizio, finanziario, acqua, salute, cybersicurezza” ha chiarito il presidente del consiglio.

In diretta da Palazzo Chigi

Pubblicato da Giuseppe Conte su Lunedì 6 aprile 2020

 

Ad aprile decreto per le famiglie

“Quando tutto sarà finito ci sarà una nuova primavera, presto raccoglieremo i frutti di questi sacrifici”, ha precisato Conte, il quale si è soffermato anche sul Decreto Aprile, che sarà annunciato nei prossimi giorni, dopo che verrà discusso.
“Stiamo lavorando per un intervento molto più corposo da realizzare già questo mese, con un approccio sistemico per tutte le categorie in sofferenza. Questa è un’emergenza non solo sanitaria, ma economia e sociale ad un tempo. Il dl aprile conterrà strumenti di protezione sociale, sostegno alle famiglie e ai lavoratori, soprattutto quelli più in difficoltà”.

Il Liveblog è terminato