Contante: quanto averne a portata di mano in cinque diverse situazioni

14 Settembre 2021, di Alessandra Caparello

Quanto contante dovrei avere ora? Sembra una domanda semplice, ma la risposta può essere complicata, specialmente in tempi di volatilità del mercato e vista la preferenza degli italiani per questa forma di risparmio. A parte un fondo di emergenza, la quantità di contanti o di liquidità di cui si ha bisogno dipende da molti fattori, tra cui lo stato attuale del mercato e i principali eventi della vita.

“Non c’è davvero una regola generale in termini di numero”, sostiene Michael Taylor, CFA, vice presidente – analista di Wells Fargo Investment Institute. “Diciamo che non dovrebbe essere più del 10% del tuo portafoglio complessivo o forse da tre a sei mesi di spese di vita”.

La cifra potrebbe cambiare a seconda di ciò che sta succedendo nell’economia e nei mercati. Dall’inizio della pandemia alcuni investitori hanno preferito tenere da parte fino a 12 mesi di spese in contanti o equivalenti. Taylor e Marcel Hamburger, vice presidente e responsabile degli investimenti per Wells Fargo Advisors, individuano cinque eventi che dovrebbero indurre una conversazione con i propri consulenti su quanto denaro contante avere a portata di mano.

Contante: quando il mercato è in fluttuazione

Lo stato del mercato può avere un impatto su quanta liquidità dovreste avere a portata di mano e ciò può essere particolarmente vero quando si prevede di effettuare un grande acquisto come una casa per le vacanze o un veicolo di lusso.

“Pianifica questi acquisti, o rinviali in modo da non dover liquidare le attività in perdita durante l’incertezza del mercato”, dice Taylor. “Inoltre, potresti anche voler regolare le tue riserve di liquidità per proteggerti fino a quando il mercato non si riprende”. Gli impatti di vasta portata del coronavirus hanno creato alcuni movimenti pronunciati molto improvvisi nei mercati. A mio parere, è imperativo che gli investitori si attengano al loro piano di riserva di liquidità. Non si vuole arrivare a corto o dover prendere un colpo vendendo un’attività quando il mercato è basso”.

Quando il tuo status lavorativo può cambiare

Se stai valutando uno scatto di carriera come l’avvio di un’attività, il pensionamento a breve, o di fronte a un possibile licenziamento, considera l’incontro con il tuo consulente patrimoniale.

“Se non hai abbastanza contante a portata di mano durante questi periodi di transizione, potresti dover attingere a un conto ad hoc o vendere un’azione in un momento inopportuno”. “Ciò significa che potresti finire per perdere denaro quando meno te lo puoi permettere”.

Quando il tuo stato civile sta per cambiare

Sposarsi costa in media 30.000 dollari, e questo non include la luna di miele o le spese per mettere su casa. Anche un divorzio può costare caro, vuoi per le spese legali, la divisione dei beni e ad altri costi. Questo significa che hai bisogno di abbastanza denaro a portata di mano per superare la transizione dall’essere single all’essere sposati o viceversa.

“Parlare con un professionista finanziario in tempo può aiutarvi a identificare quanto denaro a portata di mano avete bisogno”.

Contante: quando tuo figlio è pronto per l’università

Oggi, il costo medio annuo per frequentare un college privato per quattro anni è di quasi 200.000 dollari e questo prezzo aumenta quando si tiene conto delle tasse scolastiche, delle spese di soggiorno e di altre spese. Nei college molto selettivi il costo può essere molto di più.

“È importante pianificare in modo da avere abbastanza liquidità per pagare quelle bollette della retta quando arrivano”, dice Taylor.

Quando si riceve una manna dal cielo

Se ricevi un’eredità, un grande bonus o un generoso regalo finanziario, chiedi al tuo consulente finanziario sulle opzioni di investimento relative alla quantità di denaro che dovresti avere nel tuo portafoglio.

“Se quel denaro rimane nei risparmi non diminuirà di valore, ma potrebbe anche non essere in grado di guadagnare il suo pieno potenziale.