Consumi: lockdown mette il turbo agli acquisti online, triplicate vendite food & wine

26 Aprile 2020, di Mariangela Tessa

Gli italiani, costretti a restare a casa per vie delle restrizioni dovute al lockdown, si sono scatenati negli acquisti online.

Nel primo mese di lockdown (9 marzo – 5 aprile), secondo quanto emerso da un’analisi di Payback, piattaforma di marketing digitale multipartner del gruppo American Express, è l’innovativo Piattaforma di Marketing Digitale Multipartner , si è registrato un aumento netto degli acquisti online (+70% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), trainati dalle categorie food & wine (+227%) e intrattenimento (+112%), seguiti da tecnologia (+64%), moda e casa (+29%) e infine cura della persona & benessere (+9%).

Se si analizzano gli acquisti per generi alimentari effettuati nei punti vendita, si nota il balzo in avanti di condimenti e conserve (+230%), surgelati (+180%) e cura della casa (+150%).

Questi picchi hanno avuto una distribuzione disomogenea lungo la penisola, in relazione alla diffusione del virus e al susseguirsi degli annunci di progressivo lockdown: il nord che ha registrato un picco di crescita più marcato nell’ultima settimana di febbraio, pari al +18% rispetto al valor medio di gennaio, mentre dopo il lockdown del 9 marzo è stato il centro-sud a registrare una crescita maggiore, raggiungendo un picco di oltre +30%.

“Il nostro ruolo, in una situazione non semplice come quella attuale, è quello di mettere a disposizione degli italiani una piattaforma digitale per vivere con più serenità, semplicità e convenienza la permanenza in casa. In particolare, Payback e il proprio network di Partner, facilitano gli acquisti online su tutte le categorie merceologiche permettendo ai consumatori di cogliere le migliori offerte disponibili e di accumulare valore su tutti gli acquisti. Siamo positivamente colpiti dall’andamento dell’ultimo mese poichè testimonia che i clienti hanno trovato nel nostro brand un valido alleato quotidiano, anche in uno scenario imprevisto per tutti” ha commenta Luca Leoni, ceo Payback Italia.