Consulenza finanziaria: il valore del multibrand secondo Copernico Sim

10 Maggio 2022, di Massimiliano Volpe

Nel primo giorno del Salone del Risparmio 2022 abbiamo incontrato Saverio Scelzo presidente di Copernico Sim, rete di consulenti finanziari quotata sul mercato Euronext Growth di Borsa Italiana, con il quale abbiamo fatto il punto sul mondo della consulenza finanziaria in Italia.

 

Dott. Scelzo ci può descrivere con una battuta Copernico Sim?

Siamo una delle poche realtà del mondo della consulenza finanziaria indipendenti focalizzata sulla vendita multibrand, quindi senza vincoli di prodotto della casa.
Il vero prodotto siamo noi, ovvero la consulenza finanziaria multibrand. Questo ci permette di non cadere nelle trappole del breve periodo che portano a piazzare i prodotti di moda del momento. Noi siamo sempre orientati al lungo termine senza conflitti di interesse e i nostri 90 professionisti operano sempre nel primario interesse dei clienti.

Quali sono i punti di forza?

Grazie al nostro approccio multibrand, focalizzato sulla vendita di prodotti delle migliori società di gestione, orientato al lungo termine è il consulente finanziario che fa la differenza. Siamo da 22 anni sul mercato e questa è la miglior prova che il nostro modello è vincente. D’altronde come è possibile conciliare obiettivi della casa di breve termine con quelli del cliente focalizzati invece nel lungo termine? Noi siamo sempre gli stessi, non abbiamo mai cambiato strategia e questa è la nostra forza per essere sempre presenti nel mondo della consulenza finanziaria. Siamo un punto di riferimento riconosciuto dal mercato per i clienti e per i professionisti del settore.
Inoltre per noi piccolo è bello. I rapporti personali sono valorizzati con il top management. Grazie poi alla fidelizzazione dei nostri professionisti abbiamo un basso turnover e vedo che questo è molto apprezzato sia dai colleghi che dai clienti.

 

Gli ultimi due anni sono stati molti difficili e il mondo della finanza ha dovuto superare numerose sfide. Copernico Sim come si è comportata?

Nonostante il Covid siamo cresciuti in maniera importante, negli ultimi 3 anni le nostre masse sono passate da 497 milioni a oltre 700 milioni mentre il nostro fatturato è cresciuto quasi del 50% senza applicare commissioni di performance.

I mercati finanziari sono sempre più volatili e sui conti correnti continua ad aumentare la liquidità parcheggiata dagli italiani. Come è possibile spingerli ad investire?

Quando si pianifica un investimento è necessario guardare al lungo termine senza farsi influenzare dalle mode del momento. Per questo è importante diversificare le proprie scelte su più mercati e case di investimento. Non bisogna dimenticare poi che l’inflazione è tornata a crescere e questo comporta una perdita netta per la liquidità ferma sui conti. Per questo è necessario aumentare il livello di personalizzazione degli investimenti che è il modo migliore per offrire dei rendimenti accettabili in questo momento.

Ci sono ancora molte opportunità, società dagli ottimi fondamentali ma trascurate dai gradi investitori. Mi riferisco in particolare al mercato azionario italiano ricco di piccole e medie imprese di nicchia ma dal valore ancora inespresso.