Connubio tra banche e tecnologie duraturo, nostro ruolo strategico. L’intervista a Tana di Finanza.tech

12 Gennaio 2023, di Luca Losito

Un connubio importante quello tra finanza e innovazione, che può fare da propulsore alla crescita del settore nei prossimi anni. Un ambito in cui Finanza.tech può giocare un ruolo prezioso in virtù del suo posizionamento strategico. Questo uno dei messaggi principali lanciati da Stefano Tana, presidente di Finanza.tech, intervistato in esclusiva da “Wall Street Italia sui principali temi d’attualità”.

Tanti temi affrontati nel corso dell’intervista. Da pochi mesi al timone della società, Tana ha spiegato come Finanza.tech abbia un piazzamento strategico anche in virtù della piattaforma fintech proprietaria che ha già lanciato sul mercato. E come può essere un punto di riferimento importante per facilitare il dialogo “tecnologico” tra banche tradizionali e imprese. Ma per capire meglio sfide, opportunità, trend del settore e obiettivi futuri, ascoltate qui l’intervista completa al presidente. Oltre al video, qui sotto trovate qualche altra informazione per scoprire qualcosa di più sul personaggio intervistato.

Chi è Stefano Tana

Stefano Tana, laureato in Economia e Commercio, dottore commercialista e socio ordinario di A.I.A.F (Associazione Italiana per l’Analisi Finanziaria) vanta una solida esperienza nel settore bancario. È stato amministratore delegato di Cabel Holding e Cabel Industry S.p.a. dopo aver ricoperto il ruolo di vice direttore centrale di Credem Banca e direttore generale di Credemtel spa. Precedentemente a capo del corporate finance di Banca Agricola Mantovana e prima ancora in Banca Commerciale Italiana Sede Centrale e Sede di New York (BCI Capital Corporation), è stato inoltre director di Gardena Ltd e direttore finanziario ISA (Italstrade Appalti SpA). Dal settembre del 2022 è diventato presidente di Finanza.tech, Società Benefit, fintech company quotata su Euronext Growth Milan.