Commodities, l’oro torna prepotentemente alla ribalta

13 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Letteralmente in volo questo pomeriggio il prezzo dell’oro, che mostra sul contratto future in scadenza a dicembre un rialzo 24,3% a 1.371 dollari l’oncia. Oggi gli analisti della Goldman Sachs hanno alzato le previsioni sul prezzo del prezioso metallo, stimando che toccherà i 1.400 dollari l’oncia nei prossimi tre mesi, i 1.525 usd tra sei mesi e i 1.650 dollari entro i prossimi 12 mesi. Una cifra sbaorditiva, se si pensa che a fine luglio Goldman stesso aveva fissato un target di 1.365 dollari l’oncia per l’anno. A dare linfa all’oro soprattutto l’attuale fase di debolezza del dollaro e le prospettive per una imminente azione di quantitative easing da parte della Federal Reserve.