Commodities, l’oro si rimette in pista su debolezza dollaro

11 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Torna a correre il prezzo dell’oro dopo qualche giorno di ritracciamento. Il prezioso metallo beneficia più che mai dell’incertezza che aleggia sull’azionario e dell’attuale fase di debolezza del dollaro. Il contratto future in scadenza a novembre si attesta a 1.345 dollari l’oncia segnando un guadagno dell’1,2%, mentre quello in scadenza a dicembre viaggia a 1.346 dollari l’oncia (+2,4%), dopo essersi spinto fino a 1.356 usd. Molti analisti fissano ora il nuovo target del prezioso metallo a 1.500 dollari l’oncia.