Commercio internazionale in frenata, l’alert di Maersk

12 Dicembre 2017, di Mariangela Tessa

Giro di boa per le tariffe di di trasporto internazionali. Dopo essere saliti per gran parte del 2017, ora i prezzi avrebbero iniziato a scendere per via di un eccesso di offerta rispetto alla domanda.

E’ quanto riporta Bloomberg, citando le dichiarazioni di un manager del gigante marittimo e della logistica danese Maersk Line Lt., la più grande societa di spedizioni di container al mondo, sollevando subbi sulla sostenibilità della ripresa del commercio globale.

“Abbiamo iniziato a vedere alcune sacche di pressione al ribasso”, ha affermato Steve Felder, amministratore delegato della divisione del Sud Asia di Maersk.

Le indicazioni che arrivano da Maersk risultano particolarmente importanti considerato che il 90 per cento degli scambi commerciali avviene attraverso mezzi di trasporto marittimi.

Maersk non e’ il solo ad intravedere un rallentamento delle commercio mondiale. Anche il Fondo Monetario Internazionale prevede una crescita dei volume degli scambi mondiali in frenata al 4% nel 2018 rispetto al 4,2% previsto quest’anno, sebbene sia ancora superiore al minimo di sette anni del 2,4% raggiunto nel 2016.

Alla base di tali previsioni ci sarebbe la politica protezionista di Donald Trump e le politiche riequilibrio mette in atto della Cina.