Clinton malata? Le foto che scatenano sostenitori Trump

9 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Nelle comunità di Twitter a sostegno di Donald Trump, il candidato repubblicano per la presidenza degli Stati Uniti, hanno iniziato a circolare una serie di foto che ritraggono la rivale Hillary Clinton in visibile difficoltà nel salire una breve serie di scalini, aiutata da diverse persone. Queste e alcune altre foto considerate sospette stanno alimentando l’idea che la candidata democratica possa essere gravemente malata.
Nelle ultime ore un’intervista a un noto esponente dell’industria farmaceutica, Martin Shkreli, si è detto fortemente convinto che, dalla visione di alcuni video che ritraggono la Clinton, emergano chiaramente i sintomi del morbo di Parkinson. Shkreli, è bene sottolinearlo, non è un medico, ma un manager: è il cofondatore della società attiva nelle biotecnologie Retrophin e fondatore della Turing Pharmaceuticals, oltre che cofondatore del fondo hedge Msmb CM. Così Shkreli si esprime sul sito di controinformazione statunitense, Infowars:

I segni facciali e le difficoltà deambulatorie di Hillary sono “segni pressoché sicuri di morbo di Parkinson” e “tradiscono l’incapacità di controllare i propri movimenti del viso”. In un’occasione l’ex Segretario di Stato è stata ripresa mentre era in preda a un movimento facciale involontario di dieci secondi, questo per Shkreli “è un classico sintomo… se tu mostrassi a qualcuno quel sintomo e chiedessi ‘dà un nome alla malattia, questa è la PD-LID, non ho dubbi nella mia mente”.

Shkreli ha tenuto a precisare che le sue esternazioni sarebbero esenti da partigianeria, avendo finanziato in maggior parte i democratici piuttosto che i repubblicani. La prudenza in merito a queste dichiarazioni e all’effettivo disinteresse da parte della fonte è più che d’obbligo.