Cielo grigio sulle borse europee

4 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Risveglio non troppo allegro per le principali borse del vecchio continente, dopo la festa di ieri sul piano antideficit della Grecia. I mercati europei si mostrano cauti visto il finale piatto di ieri della borsa americana, in attesa dei dati definitivi sul mercato del lavoro in agenda venerdì. Nel frattempo notizie più o meno incoraggianti sono giunte dal settore servizi e dall’occupazione. Dal Beige Book della Fed, invece, è emerso che l’economia Usa continua a migliorare ad un passo moderato ma con un mercato del lavoro stagnante. Tra i market mover della giornata odierna c’è la riunione di politica monetaria della Bce e la successiva conferenza stampa di Trichet. Oggi si riunisce anche il comitato del Boe. Si sgonfia l’euro, dopo il balzo della vigilia oltre la soglia degli 1,37 dollari sul plauso alla Grecia per il pacchetto di misure antideficit da 4,8 miliardi di euro. A livello macroeconomico si attende la 1^ release del Pil della zona euro del 4° trimestre ed in Usa i sussidi alla disoccupazione, la produttività e costo lavoro, gli ordini manifatturieri e le vendite di case pendenti. Sulle prime rilevazioni Bruxelles mostra uno svantaggio dell’1,16% a 2562,58 punti, Parigi un ribasso dello 0,75% a 3813,79 punti ed Amsterdam un decremento dello 0,43% a 330,44 punti. Segno meno anche per Francoforte -0,79% a 5771,89 punti, Londra -0,47% a 5507,34 punti e Madrid -0,71% a quota 10589,1. A livello settoriale frenano le materie prime e le banche mentre restano a galla i retail.