Che futuro ci aspetta sui mercati?

16 Maggio 2017, di Simone Rubessi

Che futuro ci aspetta sui mercati ?

E’ stato reso pubblico dalla Bce il dato di Marzo 2017 della percentuale di nuova massa monetaria prodotta sull’ anno precedente, il 9.1% in più, in leggera crescita rispetto ai mesi precedenti.

Come noto e ben visibile nel grafico la produzione di massa monetaria delinea con congruo anticipo l’andamento dei mercati finanziari (nell’immagine rappresentato l’indice Ftsemib), fino ad oggi da quando faccio questo mestiere non ho mai visto i mercati finanziari non seguire con precisione l’andamento di M1.

Ovvio che, come tutto in Borsa, ciò che non si è mai visto fino ad oggi potrebbe vedersi domani, ma di sicuro questo strumento è un previsionale solido che poggia la sua fondatezza su un concetto fondamentale molto robusto.

Da molti mesi delineo un punto di possibile rottura del rialzo in corso in area 22.000 dell’indice Ftsemib, un livello che come descritto ormai molte e molte volte sarebbe un vero e proprio bivio tra due futuri possibili.

Coloro che leggono i miei articoli sanno ormai bene che questo livello dividerebbe due scenari, ossia:

  1. Nuovo ciclo Ventennale iniziato nel 2012 , prezzi attualmente sul primo Annuale del secondo ciclo Economico e di conseguenza continuo del rialzo;
  2. Vecchio ciclo Ventennale non ancora finito, pertanto l’annuale in corso sarebbe l’ultimo dell’ultimo ciclo economico iniziato nel 2012;

Non sto in questo contesto ad evidenziare ulteriori differenze cicliche in questo momento non indispensabili, visibili su articoli precedenti, ma evidenzio tuttavia che siamo proprio sul livello tanto atteso.

Come si vede nell’immagine la previsione elaborata attraverso la massa monetaria evidenzia a breve  l’inizio di un ribasso devastate che durerebbe circa un anno, ovviamente questo sarebbe il caso “B” (punto 2 sopra), come lo definisco da tempo.

Questo scenario sarebbe, in pratica quello evidenziato nel seguente Battleplan , prezzi attualmente sul terzo ciclo Intermestrale  che stanno per fare il massimo del ciclo e con esso  del ciclo Annuale.

Se invece sarà la previsione 1 a prendere piede nel futuro, previsione peraltro a mio avviso più probabile,  i prezzi romperanno il livello 22.000 e continueranno a salire in direzione del massimo dell’Annuale Fusion, ciclo che durerà quattro cicli Intermestrali  invece che tre.

Il momento è particolarmente complicato e personalmente sono andato flat su tutto in attesa di intravedere  se arriverà la tempesta o continuerà il sereno.

Approfitta della nostra offerta promozionale all-inclusive, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione di RatingConsulting.eu.

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016