Cell Therapeutics, salgono perdite nel 1° trimestre

28 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Cell Therapeutics ha annunciato oggi i recenti risultati e i dati finanziari relativi al primo trimestre chiuso il 31 marzo 2010. Per il trimestre concluso il 31 marzo 2010, i costi operativi netti totali sono stati pari a USD 25,8 milioni in confronto a USD 6,6 milioni dello stesso periodo del 2009. L’incremento dei costi operativi netti totali è dovuto principalmente alle spese relative alla preparazione per la potenziale approvazione del pixantrone da parte del competente ente regolamentare negli Stati Uniti ed in Europa, a USD 7,8 milioni di spesa a titolo di remunerazioni corrisposte in forma diversa dai titoli di capitale riconosciute nel 2010, e a USD 10,2 milioni di plusvalenza riveniente dalla cessione della partecipazione della Società nella joint venture relativa a Zevalin che è stata riconosciuta nel 2009. Le spese di ricerca e sviluppo sono diminuite a USD 7,4 milioni rispetto agli USD 8,0 milioni dello stesso periodo del 2009. La perdita netta attribuibile agli azionisti ordinari è stata di USD 44,2 milioni (USD 0,07 per azione) relativamente al trimestre chiuso il 31 marzo 2010 rispetto alla perdita netta attribuibile agli azionisti ordinari pari a USD 13,1 milioni (USD 0,05 per azione) per lo stesso periodo del 2009. Al 31 marzo 2010, CTI detiene circa USD 41,5 milioni a titolo di cassa ed altre disponibilità liquide.